23.1.11

LITTLE MISS ITALY



Mi capita di suonare (anzi, mi capitava, visto che rispetto agli scorsi anni NON stiamo suonando un cazzo, grazie ai tagli ai comuni operati dal sig. lup. mann. Tremonti) in varie piazze del paese nelle torride serate estive.

Piazze meridionali calde, giovani ed entusiaste, piazze settentrionali più fredde, medidative et canute.

Ma in più d'una occasione nelle immobili piazze del Nord, davanti alle platee di vecchietti seduti e mezzo addormentati, schiere di bambini di varia età ballano volentieri sul nostro furore musicale.
Bambini che salvano con danze sfrenate e dadaiste, il senso del concerto e gratificano per un'ora e mezza il sudore che offriamo loro.

Spesso però, l'orrore ci si para dinanzi agli occhi.
Un orrore fatto di bimbette di un'età compresa tra i 6 e i 12 anni che si esibiscono a ridosso del palco come se fossero degli stacchetti televisivi.

Bimbette vestite come delle veline, truccate come dei viados, ammiccanti e seducenti come adolescenti in pieno fuoco ormonale.
Con buona pace dei genitori che le guardano con occhi pieni di orgoglio e soddisfazione.

Credetemi, vedere uno "spettacolo" del genere mentre sei nel turbine della performance è destabilizzante, triste ed agghiacciante.
Anche gli altri componenti della band concordano con me su questo punto.
Non si tratta quindi di un mio delirio di onnipotenza pedofila.

Ma questa è l'Italia e queste sono le veline, le ministre o le assessori del futuro.

Se poi davvero abbasseranno la maggiore età per venire incontro alle esigenze del Premier, siamo a posto, i conti tornano.
In ciò che hanno cominciato negli anni '80, era previsto anche questo.
Oggi.

4 commenti:

  1. laca, ma l'hai visto questo robo?
    http://www.youtube.com/watch?v=cIQrnYGLneg
    dal minuto 6:59 al minuto 9:30 è Vera Paura. e napalm a garganella...
    guido(ne)

    RispondiElimina
  2. Purtroppo e per fortuna si.
    VIDEOCRACY è una pellicola che mostra com'è è il paese reale, il buio dove è caduto, la gente con cui abbiamo a che fare.
    Dovrebbero farlo vedere nelle scuole elementari.

    RispondiElimina
  3. Sono stupende,certo più carine delle bimbette future adolescenti slavate che abbiamo in Italia e se non ti piacciono nessuno ti obbliga a mandarci tua figlia ma nessuno ti da nemmeno il diritto di giudicare.In merito a quei concorsi posso dirti che sono positivi per le bambine: prima cosa insegnano loro il valore del make up e la cura del proprio corpo oltre che del proprio look,non vedo vestiti scandalosi e non mi sembra che sia un reato vestire una bambina come una principessa e truccarla dato che questo sarebbe il sogno di quasi ogni bambina;oltre a questo sono concorsi che insegnano a quelle bambine a rapportarsi con gli altri e con una giuria che le giudica proprio come un giorno la società fare:dunque perchè non insegnare a queste bimbe ad essere più forti davanti alle critiche altrui?Purtroppo in Italia ci sono persone come te che preferiscono vestire le figlie con jeans e magliettine e levarseli dalle palle il prima possibile.TI INFORMO di una cosa:non siamo tutti così per fortuna.Little Miss America ci vorrebbe anche in Italia,sarebbe un passo avanti in una società bigotta che ultimamente sta persino declinando verso ideali della Seconda Guerra Mondiale e non solo per quanto riguarda aspetti etici ma anche religiosi.Crescete le vostre figlie come suorine legate al mito della cretinetta acqua e sapone,ma poi le avallate quando per passare un esame o avere un lavoro si scopano insegnanti,bidelli e capi.Forse sarebbe meglio che si truccassero e vestissero da bamboline come le Little Miss America ma magari crescessero con un pò di dignità personale.
    Lucy

    RispondiElimina
  4. Per quanto mi riguarda sono in perfetto accordo con Lucy in merito alla questione delle Little Miss America:sono un padre di famiglia anche io e sinceramente non ci trovo niente di male nel vestire delle bambine come bambole e tantomeno nel truccarle:dopotutto non è forse con le bambole che le facciamo giocare?Credo che questi programmi siano utili a sviluppare la futura femminilità che dovrebbe essere qualcosa di innato in una bambina e anche l'autostima.Molti hanno parlato di pedofilia riferendola a questi programmi:sono in disaccordo in quanto questa,purtroppo esiste,sia se una bambina è vestita da bambola che se è vestita da calciatore:il pedofilo è una persona schifosa che non guarda certo come son vestiti i bambini.Secondo me è sbagliato giudicare questi concorsi qualcosa di brutto o di sbagliato perchè sono,invece,molto divertenti e belli sia per le bambine che come spettacolo:non c'è niente di osceno nel vedere una bambina truccata,con i capelli e i vestiti sistemati,che gioca a fare la donna che un giorno sarà comunque;solo un malato può vederci qualcosa diu vergognoso o di sporco,i bambini sono l'unica cosa di bello e buono che c'è,non roviniamo loro l'esistenza insegnando loro dogmi e precetti da insulsi baciapile.
    Giuseppe

    RispondiElimina